Maristella Martella

maristella martella

Foto Barbara Ledda

Insegnante, danzatrice, coreografa. Fondatrice di una delle prime scuole di Tarantella in Italia, Scuola Taranta Power Bologna nel 2001 con Eugenio Bennato e Silvia Coarelli. Approfondisce una ricerca teatrale e coreutica sul Tarantismo salentino e sulle danze e i riti del Mediterraneo, attraverso le numerose residenze in Maghreb. Dal 2003 organizza e partecipa a residenze artistiche e didattiche in Tunisia, Marocco, Francia, Italia. Nel 2009 fonda Tarantarte, in Salento e a Bologna. Tiene stabilmente atelier di danza teatrale e di creazione coreografica nelle scuole professionali di danza: Roma IALS, Rovereto CID Oriente Occidente, Parigi Centre Fleury Barbara, dove a partire dal c.a. in collaborazione con il Comune di Parigi ha una sede stabile, Lecce DAMA al Castello Carlo V. Coreografa della Compagnia Tarantarte – Nuova Danza Popolare e degli spettacoli Furie e Fauni – Taràn Tarante d’ Amore di Lotta di Euforia di Trance – La danza del Labirinto – Kore – Passo a Sud, della docu-fiction ‘KORE La danse de Perséphone’ prodotta da Oleofilm, France Tv e CNC di Parigi. È danzatrice solista del Festival La Notte della Taranta nelle edizioni 2006 e dal 2010 al 2013, di cui coordina le coreografie nelle edizioni 2011, 2012, 2013, dirette dai maestri Einaudi, Bregovic e Sollima. Nell’edizione 2015 di Phil Manzanera partecipa come danzatrice diretta dal maestro coreografo Roberto Castello.


Silvia De Ronzo

Silvia De Ronzo

Foto Gianluca Carluccio

Di origini salentine si trasferisce per motivi di studio a Bologna nel 2000. E’ direttrice della scuola TarantArte di Bologna e allieva e assistente alle coreografie di Maristella Martella. Da più di dieci anni si occupa di ricerca, formazione e arte performativa legate alla pizzica pizzica e alle danze popolari del sud Italia. Nel 2009 fonda l’associazione TARANTARTE per la quale conduce corsi stabili a Bologna, residenze artistiche in Salento e laboratori in Italia e all’estero.Ha danzato per vari gruppi di musica popolare tra cui Officina Zoè, Nidi D’Arac e Macarimirì, e sul palco della Notte della Taranta ed 2011/2013. Con la compagnia di danza Tarantarte – Nuova Danza Popolare, partecipa a numerosi festival di danza e musica in Italia e all’estero con gli spettacoli Furie e Fauni – Taràn_Danze – Taràn Tarante d’ Amore, di Lotta, di Euforia, di Trance – La danza del Labirinto – Kore – Passo a Sud, ultima produzione della compagnia. Nel 2013 la compagnia produce con Oleo film la docu-fiction ‘KORE La danse de Perséphone’ . Nel 2015 si realizza il progetto dell’ associazione Tarantarte al Castello Carlo V di Lecce D.A.M.A, un archivio multimediale e un laboratorio permanente sulla musica e la danza popolare salentina. Progetta e conduce laboratori di espressione musicale e corporea per le scuole, collabora con le amministrazioni del territorio bolognese e con la rete di associazioni e locali della città di Bologna per la promozione e la diffusione della musica e della danza popolare.


Laura De Ronzo

Laura

Danzatrice e insegnante di danze popolari del sud Italia. Dal 2004 comincia un percorso di approfondimento della musica e della danza popolare, con l’associazione Taranta Power di Eugenio Bennato e Maristella Martella, in qualità di allieva e danzatrice. Trasferitasi a Bologna per motivi di studio, consegue la laurea magistrale in Cooperazione internazionale, sviluppo e diritti umani. Parallelamente continua la sua formazione coreutica, entrando a far parte della Compagnia di danza dell’associazione, dal 2009 Tarantarte, ha condotto e conduce corsi per principianti sulle danze popolari del sud Italia a Corsano (Lecce). È responsabile della segreteria e della valutazione e monitoraggio nel progetto “DAMA – Archivio multimediale e Laboratorio permanente sulla musica e la danza popolare salentina al Castello Carlo V di Lecce”, di cui l’Associazione è capofila, e dirige alcuni dei corsi attivi nella sede a Lecce. È danzatrice nell’Orchestra della Notte della Taranta nelle edizioni 2011, 2012, 2013, 2014, 2015. Ha collaborato e collabora come danzatrice per diversi gruppi di musica popolare salentina, tra cui Officina Zoé, Antonio Castrignanò dal 2012.


Manuela Rorro

Manuela Rorro

Attrice, educatrice professionale, insegnante. Si diploma come attrice di prosa presso la  “Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone” e dal 2001, sino ad oggi, lavora periodicamente in teatro in molte produzioni italiane e con differenti registi. Nel 2007 avviene l’incontro con Maristella Martella direttrice artistica di Tarantarte, un’associazione culturale che si occupa di promuovere lo studio delle danze popolari del sud Italia. E’ l’inizio di un nuovo percorso fra danza e teatro. All’interno dell’associazione, organizza eventi ed insegna nelle sedi stabili di Bologna e Lecce e svolge autonomamente la sua attività di insegnante anche in altre città tra cui Firenze e Siena. Nel 2008 entra a far parte come danzatrice di  “Compagnia Tarantarte – nuova danza popolare” con cui partecipa ad importanti festival, tra cui “Festival OrienteOccidente” a Rovereto e il festival  “La notte della Taranta” a Melpignano, “Sponz Fest”, di Vinicio Capossela. Prosegue il lavoro come attrice e  lavora come insegnante e regista in corsi stabili di teatro ragazzi.


Antonella Boccadamo

Antonella Boccadamo

Danzatrice/coreografa. Studia danza classica in Svizzera e si diploma alla Royal Academy di Londra. La passione per la danza contemporanea e il teatro di ricerca nasce durante gli studi universitari dall’incontro con Simona Bertozzi e Nicola Laudati (compagnia Laudati Danza, Bologna). Si specializza in tecnica FloorWork e tecnica Release. Determinanti nell’aspetto tecnico espressivo e compositivo del suo lavoro sono le esperienze laboratoriali intensive condivise con Inaki Azpillaga, Wim Vandekeybus (compagnia Ultima Vez, Bruxelles),German Jauregui, Frey Faust e Pippo Delbono. Per quel che riguarda la metodologia è influente l’incontro avvenuto nel 2010 a Bruxelles con la musicoterapeuta Nadine Rodilla (théàtre international Roy Hart), con cui inizierà un percorso di ricerca scientificocreativo legato all’uso della voce e il movimento corporeo ad essa connesso. Da diversi anni insegna danza contemporanea ad attori e danzatori e lavora nell’ambito della neurofisiologia applicata.


Antonella Prontera

Antonella Prontera

Si diploma in violino nel 2005 presso il Conservatorio di Musica “E.Duni” di Matera e si specializza in musicoterapia nel 2009 presso il Conservatorio di Musica “E.Dall’Abaco” di Verona. Nel 2010 consegue il titolo di “Operatrice di massaggio sonoro secondo Peter Hess” presso l’Istituto Italiano di Terapia del Massaggio Sonoro. Alla formazione musicale professionale ha sempre affiancato una formazione artistica nel campo del teatro e della danza. Presidente dell’APS Lysistrata che si occupa di musicoterapia e vice presidente dell’APS MusArt-all che si occupa di musica e arte, da anni conduce laboratori musicali e di musicoterapia in diversi ambiti d’intervento e scuole di ogni ordine e grado a Bologna e a Lecce. Dal 2007 è insegnante di propedeutica musicale e dal 2013 di violino alla Scuola Popolare di Musica Ivan Illich di Bologna.


Giovanni Amati

Giovanni Amati

Musicista, cantante e danzatore di stile tradizionale. Spinto dall’interesse e dalla passione per la cultura tradizionale, dal 2001 intraprende un’attività, tutt’ora in corso, di ricerca e documentazione audio-visiva su tutto il territorio regionale, volta alla documentazione delle pratiche musicali e coreutiche tradizionali. Parte dei risultati di questo ricco e minuzioso lavoro di registrazione sono consultabili presso l’Archivio Sonoro di Puglia (fondo Amati-Bagorda). Attualmente prosegue nella sua attività di recupero, valorizzazione, riappropriazione e diffusione delle pratiche musicali e coreutiche legate al tradizionale patrimonio sonoro della Puglia. Si occupa, inoltre, della realizzazione artigianale di tamburi a cornice e a frizione, ed altri idiofoni pugliesi, nel rispetto delle tecniche costruttive tradizionali, apprese direttamente dai vecchi maestri costruttori. Organizza laboratori stanziali sulla danza e sugli strumenti tipici, con la collaborazione di esperti e suonatori tradizionali, finalizzati alla riappropriazione da parte delle nuove generazioni delle pratiche musicali e coreutiche.


Placida Staro

Placida Staro

Violinista e cantante dal 1974, insegnante di drammatizzazione, antropologia gestuale e danza popolare presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica di Milano fino al 1992. Etnomusicologa ed etnocoreologa di fama internazionale. È stata la prima etnocoreologa in Italia. È direttrice del Centro di Ricerca e Documentazione della Cultura Montanara e della Piccola Scuola di Musica e Danza Tradizionale nel paese di Monghidoro (Bo) che opera per la promozione, la conservazione e la diffusione della cultura montanara, attraverso la creazione di luoghi e momenti di incontro, di formazione culturale, quali stage e corsi sulla danza tradizionale e la musica, ma anche promuovendo iniziative atte a far conoscere le realtà culturali locali, attraverso l’organizzazione di rassegne, concerti, conferenze e spettacoli.
Svolge anche attività come ricercatore indipendente, come formatore a contratto e come violinista. Dal 1986 membro dell’International Council for Traditional Music (UNESCO) è dal 2002 membro del direttivo e dal 2012 vicepresidente dell’Ethnochoreology Study Group della stessa istituzione. Nel 2012 ha conseguito l’abilitazione Scientifica Nazionale come Professore Associato nel settore “Teatro, Musica, Televisione, Cinema e Media Audiovisivi”.