Viaggio nella danza popolare italiana
con Placida Staro

corso placida staro

“Perché danziamo?
Perché le comunità umane scelgono la danza per rappresentarsi?
Cosa ritengono danza?
Cosa esprimono i danzatori in un ambito di tradizione?
Se appare superfluo chiedersi a cosa serva la danza in una cultura che la viva, non lo è in ambienti culturali complessi e contrastati (…)”


La Pizzica pizzica tra la Bassa Murgia e l’Alto Salento
con Giovanni Amati

pizzica_bassa_murgia

In alcune contrade dell’entroterra Pugliese dove la Murgia incontra il Salento sopravvivono, durante occasioni rituali e festive intime, forme di pizzica-pizzica, non interessate dal fenomeno di folk revival che negli ultimi anni ha investito e talvolta stravolto la musica e la danza tradizionale in Puglia.
Impareremo a conoscere, quest’aspetto pregnante della cultura tradizionale, con la musica dal vivo, insieme ad alcuni dei migliori suonatori, cantatori e ballatori della zona, cercando di carpirne oltre che la forma, fatta di figure, passi e gestualità, i contesti originari e la sua profonda essenza.
Alcuni momenti del laboratorio saranno dedicati agli altri aspetti della cultura musicale e coreutica locale (altre forme di ballo, canto, la scherma il tarantismo) alla riflessione sulle dinamiche di reinvenzione e riappropriazione di un ballo tradizionale, integrati da visioni e ascolti guidati di materiali frutto di una lunga e appassionata ricerca sul campo.
Gruppo giovani suonatori, cantatori e ballatori, nato in situazioni spontanee, di feste rituali, serenate, e situazioni conviviali.
Tutti i componenti, provengono da Ostuni e dintorni, area tra la bassa Murgia e l’alto Salento, nella Puglia centrale, un vero scrigno musicale. Il repertorio è composto da pizziche pizziche, serenate e ballabili, tramandati per tradizione familiare, o apprese dai depositari della tradizione locale ed eseguiti con strumenti tradizionali.